Aggressioni acido: difesa,Alex innocente

Legale, solidarietà e rispetto per Savi ma non è stato Boettcher

(ANSA) - MILANO, 30 MAR - Alexander Boettcher "sempre e sin dal primo momento si è dichiarato innocente e lo fa anche oggi, perché non ci sono prove né indizi che possano portare ad una sua responsabilità penale". Lo ha spiegato l'avvocato Michele Andreano, che difende il broker assieme al collega Giovanni Maria Flora, all'inizio dell'arringa nel processo milanese per una serie di aggressioni con l'acido. "Come uomo e genitore il mio primo pensiero, la mia solidarietà e tutto il rispetto - ha aggiunto il legale - vanno a Stefano Savi", che venne sfigurato il 2 novembre 2014, ma "Alex è innocente" per questo e per gli altri due episodi al centro del processo "e non ci sono prove per condannarlo". Per il pm Marcello Musso, che ha chiesto 26 anni per il broker, la difesa continua a manifestare "intenti dilatori". Il pm ha aggiunto parlando coi cronisti: "Spero che oggi sia il giorno della decisione". Altrimenti la sentenza arriverà il primo aprile.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA