Regeni: Egitto, indagine ogni direzione

Telefonata con procuratore Roma, pista su criminale non unica

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "Il procuratore di Roma ha ricevuto oggi una lunga telefonata dal procuratore generale della Repubblica Araba di Egitto, nel corso della quale è stato informato dello sviluppo delle indagini sulla morte di Giulio Regeni". Lo afferma in una nota Giuseppe Pignatone. Nel corso del colloquio il magistrato egiziano ha "ribadito l'impegno - prosegue la nota - di continuare le indagini in ogni direzione, sino all'accertamento della verità".
    Secondo alcune indiscrezioni, la pista di una banda di criminali dietro l'omicidio di Giulio Regeni non è l'unica seguita dagli investigatori egiziani. In occasione dell'incontro di martedì 5 aprile tra la polizia di Roma e quella del Cairo per un punto della situazione sul caso Regeni, le autorità egiziane consegneranno tutta la documentazione richiesta dagli inquirenti italiani e quella ulteriormente raccolta.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA