Stepchild:Consulta,ricorso inammissibile

"Ha sbagliato tribunale".Decisione procedurale,quadro non cambia

(ANSA) - ROMA, 24 FEB - La Corte Costituzionale ha dichiarato inammissibile il ricorso sulla stepchild relativo a caso di due donne sposate negli Usa e trasferitesi a Bologna: ciascuna ha una propria figlia e un tribunale dell'Oregon ha stabilito che entrambe sono, reciprocamente, madri adottive dell'altra. Le donne chiedono il riconoscimento in Italia dell'adozione e il tribunale di Bologna ha deciso di rinviare gli atti alla Consulta, che oggi ha respinto come inammissibile il ricorso.
    Una decisione legata al fatto che il Tribunale di Bologna ha trattato il caso come un'ipotesi di adozione internazionale, cioè di un minore straniero da parte di cittadini italiani, mentre si trattava del riconoscimento di una sentenza straniera.
    La decisione, quindi, ha natura strettamente procedurale, non di merito, e non cambia il quadro normativo attuale. Più volte i tribunali hanno riconosciuto l'adozione a coppie gay nell'interesse del minore.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA