Verdone, ecco la mia sterzata

Da giovedì in 850 copie il nuovo film con Antonio Albanese

(ANSA) - ROMA, 26 GEN - ''Volevo fare un film in piena libertà, lontano dalla cose fatte prima. Cercando di creare quasi una favola, ma con un finale con accenti di critica sociale. Volevo insomma liberarmi dai tanti temi sfruttati abbastanza. Io devo sterzare. E se lo non avessi fatto anche altre volte non lavorerei con successo da tanti anni''. Così Carlo Verdone parla del suo ultimo film 'L'abbiamo fatta grossa' nelle sale da giovedì con la Filmauro in 850 copie. Per il regista-attore romano, una svolta nel segno di un noir in chiave comica, dai toni delicati, e che guarda alla commedia sofisticata alla Allen e anche allo spirito di quelle francesi.
    Antonio Albanese è Yuri Pelagatti, un attore di teatro di serie che, colpito al cuore dalla separazione della sua bella moglie, perde anche la memoria e non riesce più a ricordare le battute in scena. Insomma un vero disastro. Il caso vuole che andrà ad imbattersi in Carlo Verdone (Arturo Merlino), uno sfigato come lui che nella vita fa l'investigatore privato.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA