Sarri e Mancini in coro, caso chiuso

Il tecnico del Napoli, contento che abbia accettato le mie scuse

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Alla vigilia delle rispettive gare contro Sampdoria e Carpi, i tecnici di Napoli e Inter Maurizio Sarri e Roberto Mancini confermano che la vicenda degli insulti di martedì scorso al San Paolo è definitivamente chiusa.
    "Mi è dispiaciuto passare per razzista e omofobo, cosa che potrei facilmente sconfessare. Dovrei tirare in ballo persone e cose fatte in passato. Ma se uno nella vita fa certi tipi di cose, è normale che rimangano in una sfera privata e senza dare pubblicità", ha detto Sarri a Castel Volturno.
    Ieri il collega interista aveva accolto le sue scuse. "Sono contento che le abbia accettate - ha sottolineato Sarri - La vicenda si chiude e basta. Comunque, sono solo uno che ha sbagliato e, a differenza di quello che avviene in questo Paese, mi sono preso le mie responsabilità. D'ora in poi, non parlerò più di questa storia".
    Quasi contemporaneamente, ad Appiano Gentile, Mancini ha risposto sulla stessa linea ai giornalisti: "È stato emesso un comunicato e penso che il caso sia chiuso".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA