Banche:Fabi, 23.000 esuberi entro 2018

Senza contare fusioni. Negli ultimi 15 anni fuori in 48 mila

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Sono fino a 23 mila gli esuberi del settore bancario previsti entro il 2018 che si aggiungono ai 48 mila verificatisi dal 2000 ad oggi. A fare i conti è la Fabi alla luce di quanto previsto dagli ultimi piani industriali disponibili delle banche che sottolinea come la cifra sia al netto "delle prossime fusioni e aggregazioni che sicuramente ne comporteranno altri".Nel 2007 i dipendenti del settore bancario erano 344.688; nel 2013 303.591. Le uscite sono state gestite con prepensionamenti volontari e incentivati con l'ammortizzatore sociale di categoria, il fondo esuberi, ricorda Fabi: "i sindacati vogliono continuare a gestire le ristrutturazioni in maniera morbida e si opporranno in tutti i modi all'ipotesi di uscite obbligatorie". Ora "Le banche non possono più puntare sul taglio dei costi del lavoro, come fatto fino a oggi senza grandi risultati, ma devono rilanciare i ricavi mettendo a punto un nuovo modello di business al servizio del territorio, recuperando il rapporto di fiducia con la clientela"

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA