Mori: Pg rinuncia aggravante trattativa

Mancata cattura Provenzano,Scarpinato cambia impostazione accusa

(ANSA) - PALERMO, 18 GEN - Rinuncia all'aggravante mafiosa e a quella della trattativa e stravolge completamente l'impostazione accusatoria voluta dai colleghi della procura che vedevano nella mancata cattura del boss Bernardo Provenzano, fatto fuggire dal Ros di Mario Mori, uno dei tasselli del patto che pezzi dello Stato avrebbero stretto con Cosa nostra negli anni delle stragi mafiose. Comincia con l'annuncio di una "rivoluzione" nella prospettazione dell'accusa l'ultima parte della requisitoria del processo d'appello al generale Mario Mori e al colonnello Mauro Obinu pronunciata dal pg di Palermo Roberto Scarpinato. I due ufficiali, assolti in primo grado, sono accusati di favoreggiamento non più aggravato dall'avere agevolato la mafia e finalizzato al perseguimento della trattativa, ma solo dall'avere agito violando i doveri connessi alla loro funzione. "Tenteremo di semplificare - ha detto Scarpinato - e di ridare al processo quella vita autonoma che, renderlo una costola del processo trattativa, gli aveva tolto".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA