Fico a pm, sindaco non parlò di minacce

"Incontro dopo interrogatorio"."Voti De Robbio? Si dava da fare"

(ANSA) - NAPOLI, 16 GEN - "Io non ho mai saputo dalla Capuozzo la vicenda nei termini in cui ve l'ha illustrata". Così Roberto Fico (M5S) al pm Henry John Woodcock nell'interrogatorio in qualità di teste dell'8 gennaio scorso, dopo che il magistrato gli ha letto le dichiarazioni del sindaco di Quarto Rosa Capuozzo, in cui si dice impaurita dalle minacce dell'allora consigliere comunale Giovanni De Robbio.
    Fico, riferisce anche di avere ricevuto un messaggio dalla Capuozzo, via whatsapp, con il quale gli chiedeva - dopo essere stata ascoltata per la prima volta in Procura - un incontro urgente: "Ci siamo visti dopo qualche giorno... e mi ha detto che era stata sentita su questioni riguardanti De Robbio". Fico ha anche risposto a una domanda sui molti voti ottenuti da De Robbio, indagato per aver tentato di favorire persone legate alla camorra: "ho immaginato che si sia dato da fare più di altri, facendo una campagna elettorale a tambur battente e vecchio stile, che per la verità non è particolarmente condivisa dal M5S".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA