Campi nomadi, Italia nel mirino dell'Ue

Associazione 21 luglio, 'contestate politiche di segregazione'

(ANSA) - ROMA, 4 NOV - L'Italia rischia una procedura di infrazione da parte della Commissione europea, per via delle politiche abitative di 'segregazione' nei confronti dei nomadi.
    Lo rende noto l'Associazione 21 luglio, che cita una lettera inviata dalla Direzione Generale Giustizia della Commissione Ue al Governo italiano. L'organismo europeo punta il dito contro la "condizione abitativa dei rom" nel nostro Paese chiedendo all'Italia informazioni aggiuntive, in particolare sul campo nomadi della Barbuta, a Roma.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA