In Cina il 70% degli utenti avrà il 5G nel 2020

Analisti, ma in futuro i ricavi maggiori saranno negli Usa

Le connessioni alle nuove reti 5G saranno 12 milioni alla fine del 2019, e saliranno a 205 milioni entro il 2020. A trainare sarà la Cina, che rappresenterà il 70% delle connessioni mondiali. Lo prevedono gli analisti di Abi Research.

In base alle stime, alla fine del 2020 la Cina conterà 143 milioni di abbonati alle reti 5G, contro i 28 milioni degli Stati Uniti. Guardando al 2025, le connessioni 5G saranno circa 3 miliardi, e di queste 1,1 miliardi saranno in Cina e 318 milioni in Usa.

A livello economico, i ricercatori prevedono che gli operatori mobili spenderanno globalmente circa 1.200 miliardi di dollari, nei prossimi cinque anni, per costruire le reti 5G, e genereranno quasi 6.200 miliardi di dollari di entrate soltanto nel mercato consumer.

"Anche se la maggior parte degli abbonati sarà in Cina - scrive l'analista Dimitris Mavrakis - nel 2025 i ricavi degli operatori saranno più elevati negli Stati Uniti, principalmente a causa dei prezzi più alti degli abbonamenti". 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA