Flop tecnologico per la British Airways che si scusa

Hackerati i dati di 380mila passeggeri

Nuovo flop tecnologico per la sicurezza informatica della British Airways, il cui sito e' stato infiltrato nelle ultime settimane da ignoti hacker che hanno carpito dati e coordinate delle carte di credito di 380.000 passeggeri.

L'episodio, rivelato dal Times e da altri giornali, e' stato confermato dalla compagnia aerea, il cui amministratore delegato, Alex Cruz, si e' oggi scusato con l'utenza definendo l'accaduto 'un sofisticato e maligno cyber attacco criminale' e impegnandosi 'al 100% a risarcire' ogni danno alle vittime. I pirati informatici si sono impossessati di dati personali e finanziari di clienti che hanno prenotato online voli della compagnia britannica fra la sera del 21 agosto e mercoledi' 5 settembre, 'compromettendoli'. Ma non sono riusciti a mettere le mani sui dettagli dei passaporti, ne' su informazioni sui viaggi.

Sull'onda di queste rivelazioni, le azioni British Airways hanno perso oggi il 3% alla Borsa di Londra. Mentre si apprende che le autorita' di regolamentazione potrebbero infliggere all'azienda multe fino a mezzo miliardo di sterline. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA