Sale febbre At&t-Time Warner, verso rivoluzione media

Attesa decisione tribunale. Comcast, Fox e Disney alla finestra

L'industria dei media e delle telecomunicazioni verso una rivoluzione. Martedì 12 giugno, o al massimo mercoledì come alcuni vociferano, il giudice della corte distrettuale Richard Leon si pronuncerà sul caso At&t-TimeWarner, mettendo fine - senza considerare i possibili ricorsi - al processo antitrust del secolo.

La sentenza è destinata ad avere ripercussioni ben più ampie del singolo caso interessato: sarà un banco di prova per l'amministrazione Trump e il suo approccio alla concorrenza, e potrebbe innescare una 'guerra' fra Comcast e Walt Disney per gli asset della Fox di Rupert Murdoch.

Il giudice Leon è chiamato a esprimersi sulle nozze fra At&te Time Warner, bocciate dalle autorità americane perchè ritenute contro la concorrenza. Un verdetto contestato da At&t che ha portato il Dipartimento di Giustizia, a cui fa capo l'antitrust, in tribunale. Ora le sorti del matrimonio sono in mano a un giudice, al quale spetta stabilire se le due società possono o meno procedere.

L'approvazione di At&t-Time Warner aiuterebbe a stemperare i timori di Murdoch sul fronte dell'antitrust. Prima dell'accordo con Disney, Comcast si era fatta avanti per Fox ma senza successo proprio per i timori che una simile operazione potesse venir bocciata dalle autorità. Venendo a cadere tali preoccupazioni Comcast si farebbe avanti sfidando Disney, con la quale è già impegnata - tramite Fox - nella battaglia per Sky.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA