Eric Schimdt lascia presidenza Google dopo 17 anni

Era a capo holding Alphabet, ora sarà consigliere tecnico

NEW YORK - Eric Schmidt lascia il ruolo di presidente esecutivo di Alphabet, la holding creata nel 2015 a cui fa capo Google, mettendo fine ai suoi 17 anni ai vertici di Mountain View. Schmidt diventera' 'consigliere tecnico' di Alphabet, restando pero' nel consiglio di amministrazione.

L'annuncio a sorpresa ''suscita dubbi''. Secondo quanto riporta il New York Post anche se non c'e' alcuna traccia e alcuna indicazione di molestie sessuali, le dimissioni di Schmidt riaccendono i rumors sul suo essere un ''donnaiolo'', e questo potrebbe essere il motivo della decisione di cedere il ruolo di comando per assumere quello di consulente.

Schmidt e' stato sposato per 37 anni con Wendy Schmidt, ma nel 2012 - riporta il New York Post - i due hanno iniziato a vivere separati perche' Wendy si sentiva ''una valigia'' nel seguirlo sempre in giro per il mondo. Schmidt - secondo indiscrezioni - avrebbe avuto relazioni con varie donne vip. ''Potrebbe essere che nel contesto attuale si sia raggiunto un punto di svolta. Non e' ora accettabile che il numero uno di una societa' possa andare in giro con diverse amanti quando la moglie e' a casa'', afferma una fonte con il New York Post.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA