Samsung: verso utili record, ma il Ceo conferma uscita

Vede terzo trimestre con profitti operativi a 12,8 mld dollari

ROMA - Samsung Electronics marcia verso un terzo trimestre con nuovi utili operativi record, pari a quasi 3 volte quelli dello stesso periodo 2016: 14.500 miliardi di won (12,8 miliardi di dollari) contro 5.200 miliardi (4,6 miliardi).

La compagnia, i cui vertici sono alle prese col grave scandalo per corruzione, ha annunciato che il vice presidente e ceo Kwon Oh-hyun lascerà le cariche alla scadenza del mandato di marzo 2018. Kwon ha di fatto gestito il gruppo dopo l'arresto di Lee Jae-yong, erede della famiglia fondatrice di Samsung.

Le vendite di luglio-settembre sono stimate in rialzo del 29,65%, a 62.000 miliardi di won: sono dati da approvare in via ufficiale entro fine mese che rafforzano l'ipotesi che Samsung Electronics possa più o meno doppiare gli utili netti nell'esercizio 2017, destinati a crescere ancora nei prossimi anni grazie all'eccezionale domanda di memory chips per le apparecchiature mobili e i server. Malgrado i conti leggermente migliori delle attese medie degli analisti, i titoli Samsung Electronics hanno ceduto l'1,46% alla Borsa di Seul, terminando a quota 2.700.000 won.

L'annuncio dell'uscita di Kwon, anche dal board di Samsung Display, è emersa all'indomani dell'avvio del processo di appello promosso da Lee Jae-yong verso la condanna a 5 anni di reclusione decisa circa 7 settimane fa dalla Corte distrettuale di Seul che ha riconosciuto l'erede della famiglia fondatrice e numero uno de facto con la carica di vice presidente, di corruzione e altri reati nello scandalo che ha portato all'impeachment e all'arresto dell'ex presidente della Repubblica Park Geun-hye. "E' qualcosa su cui ho pensato molto e a lungo, per diverso tempo", ha spiegato Kwon, 65 anni, motivando in una nota la sua decisione. "Non è stata una scelta semplice, ma ho creduto che non avrei potuto più rinviarla. Come ci stiamo confrontando con sfide senza precedenti interne ed esterne, credo sia arrivato il tempo per la compagnia di una nuova partenza, con nuovo spirito e leadership giovane per meglio rispondere alle sfide in crescita da un'industria in cambiamento continuo come quella dell'IT".

Gli utili, pur se record, "si basano su investimenti fatti nel passato, ma al momento siano sotto forte pressione per la lettura dei trend del futuro e per trovare nuovi motori per la crescita", ha aggiunto il manager, in forza a Samsung Electronics da 1985 e ceo dal 2012, tra gli artefici del successo dei microchip con lo sviluppo nel 1992 della 64Mb-DRAM. Kwon, il manager più pagato in Corea del Sud con un compenso annuale di quasi 6 milioni di dollari nel 2016, gia doppiati a gennaio-giugno 2017 sulla spinta dei ricchi bonus per la forte performance dei microchip) ha espresso l'auspicio che l'uscita sia un'opportunità per poter effettuare altri passi in avanti. Samsung Electronics, infine, ha riferito che Kwon vuole comunicare le sue intenzioni a Lee in futuro e segnalargli il nome di un successore.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA