Addio Andy Grove, fondatore di Intel

Kraznich, 'ha reso possibile l'impossibile'

Andy Grove, il fondatore di Intel, è morto all'età di 79 anni. Fuggito dall'Europa e divenuto uno dei pionieri della Silicon Valley gettando le fondamenta della sua crescita, Grove ha ''reso possibile l'impossibile, ha ispirato generazioni di imprenditori e business leader'' afferma Brian Kraznich, amministratore delegato di Intel. ''Mi piaceva lavorare con lui. E' stato uno dei maggiori business leader del XX secolo", dice Bill Gates. "E' stato uno dei giganti tecnologici del mondo. Amava questo paese e incarnava l'America al suo meglio'', aggiunge Tim Cook.

Andy Grove era arrivato negli Stati Uniti dopo la fuga dall'Europa alle prese con i postumi della guerra. E' stato uno dei fondatori di Santa Clara, dove ha sede la Intel. Grove ha giocato un ruolo centrale nello sviluppo di Intel da start up negli anni 1960 a maggiore produttore al mondo di semiconduttori. Uno dei suoi maggiori meriti è stato quello di imporre in tutto il mondo il nome di un produttore di componenti come Intel, divenuto chiave per la diffusione dei personal computer. Grove è inoltre l'autore del libro 'Only the Paranoid Survive' che spiega come prevedere e superare una crisi d'azienda. E' stato mentore dei grandi nomi della tecnologia, inclusi Larry Ellison, Steve Jobs e Mark Zuckerberg.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA