Amazon, ambientalisti contro sede Padova

L'azienda replica, siamo impegnati su rinnovabili e taglio CO2

Quindici persone vestite con tute bianche e "armate" di uova e bombolette spray hanno preso di mira la notte scorsa la sede di Amazon di Vigonza, a Padova. In una decina di minuti il gruppo ha scavalcato le recinzioni, lanciato uova e imbrattato con vernice i muri dell'azienda, chiudendo poi con catene e lucchetti gli ingressi usati dai furgoni per le spedizioni. Il tutto è stato ripreso e condiviso via twitter dal globalproject.it.

La contestazione è stata messa in atto in occasione del Black Friday. Il raid è stato rivendicato da un comunicato in cui si evidenzia la chiave ambientalista della protesta contro un "vampiro ancora assetato di soldi, di aria putrida, di cemento e asfalto. Oggi tingiamo di verde Amazon, mettiamo i lucchetti ai suoi cancelli - si legge - e freniamo quel flusso compulsivo di merce che percorre le strade di tutto il Veneto".

Amazon ha replicato al raid sottolineando l'impegno dell'azienda su rinnovabili e taglio della CO2. "Lo scorso 19 settembre Amazon e Global Optmism hanno presentato The Climate Pledge, un impegno concreto a raggiungere i risultati dell'Accordo di Parigi con 10 anni di anticipo. Amazon è stata la prima azienda firmataria di tale impegno che prevede la riduzione delle emissioni di CO2 entro il 2040 e l'utilizzo di energia al 100% rinnovabile entro il 2030".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA