Cena gratis grazie a follower, possibile con un'app

Idea di 4 millennial, sconti e omaggi in base a successo social

Al ristorante gratis, grazie al proprio successo sui social. Sembra una puntata di Black Mirror, in realtà è il principio su cui si basa Influency, un'app per smartphone sviluppata da quattro studenti bolognesi. Il sistema è semplice: chiunque potrà diventare un vero e proprio influencer, postando sui propri canali social i prodotti che ha acquistato in un locale o in un negozio e ricevendo in cambio, in base al numero di follower, sconti o omaggi.

L'idea è di Emiliano Vannucci, Federico Papale, Giovanni Conti e Niccolò Bertelli, insieme a un gruppo di imprenditori bolognesi. Per ora sono circa una trentina le attività che hanno deciso di sperimentare l'app, a Bologna, che si rivolge a un ventaglio commerciale potenzialmente senza confini: ristoranti, pub, pizzerie, street food, ma anche parrucchieri, hotel, negozi di abbigliamento o centri beauty.

L'idea di 'Influency' parte dal principio dell'influencer marketing e cerca di superarlo: i locali che vogliono farsi conoscere sul territorio possono sfruttare il passaparola social dei loro stessi clienti che, postando sul loro profilo Instagram una foto di ciò che stanno acquistando o consumando, possono così usufruire di uno sconto o di un prodotto omaggio in base al loro successo. "Influency permette agli enti convenzionati di promuoversi in modo innovativo, efficace e virale - spiegano i quattro studenti, millenial al 100% e vincitori del contest 'App...Lichiamoci 2018' di Camplus - Puntiamo ad ampliare la rete, così da affermarci fra un pubblico sempre più variegato ed estenderne l'utilizzo anche al di fuori della città di Bologna".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA