NY: stretta su Airbnb, dica chi affitta

Affondo contro new economy, atteso voto su licenze Uber

(ANSA) - NEW YORK, 7 AGO - Affondo di New York contro la new economy. In attesa del voto sulla stretta all'emissione di licenze per Uber e simili, il sindaco della Grande Mela Bill de Blasio firma, facendola diventare legge, una norma per regolare Airbnb: il colosso delle case in affitto dovrà consegnare i nomi e gli indirizzi di chi affitta casa in città, un'iniziativa che farà probabilmente scattare una serie di multe. La legge infatti prevede che non si possa affittare il proprio intero appartamento per soggiorni inferiori ai 30 giorni.
    L'iniziativa è stata approvata all'unanimità dal consiglio comunale, che la ritiene necessaria per fermare le attività illegali che vanno a danno di coloro che necessitano di case popolari. Airbnb ritiene invece che la mossa punti solo a tutelare l'industria alberghiera, il cui potente sindacato, l'Hotel Trades Council, è un importante sostenitore di alcuni politi del consiglio comunale.
    "Siamo delusi dal fatto che de Blasio abbia deciso di firmare un progetto di legge sostenuto dall'industria alberghiera invece di difendere i bisogni della classe media che si appoggia sulla condivisione delle case" per andare avanti, afferma Airbnb.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA