Traffico sul web sempre più criptato, Messico al top

Rapporto Google, aumenta adozione protocollo https

ROMA - Il traffico su Internet è sempre più cifrato. Lo spiega un rapporto di Google che fa un quadro dell'adozione nel mondo del protocollo Https: garantisce che i contenuti visualizzati online non vengano intercettati o alterati da altri utenti in rete, quindi più privacy e meno attacchi hacker.

Google mette in fila i 10 paesi più avanti nell'adozione di questo standard di connessione: al primo posto c'è il Messico seguito dall'India. L'utilizzo di Https è aumentato velocemente in Russia, più del tecnologico Giappone. L'Italia non compare nella lista.

Il protocollo Https si basa sulla tecnologia di crittografia (SSL o TLS) per proteggere le connessioni. Il volume di traffico web cifrato su Google varia in base al paese; la differenza tra i paesi è dovuta ad una serie di fattori, come i tipi di dispositivi usati e la disponibilità di software in grado di supportare le nuove tecnologie di crittografia. Spesso hardware e software meno recenti non le supportano e gli utenti di tali dispositivi potrebbero essere più vulnerabili a minacce sicurezza.

Le connessioni sui siti https, spiega Google, proteggono da occhi indiscreti poiché la crittografia impedisce di intercettare le informazioni dell'utente e garantisce l'integrità delle informazioni inviate e ricevute. Dal 2015 Google misura la diffusione delle connessioni Https grazie agli utenti di Chrome che decidono di condividere le statistiche sull'utilizzo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA