Go, intelligenza artificiale batte uomo

L'intelligenza artificiale ha battuto l'uomo nel gioco da tavolo più difficile del mondo, il Go. AlphaGo, il programma della Google DeepMind, ha sconfitto 4 a 1 uno dei cinque campioni mondiali, Lee Sedol.

''Non mi aspettavo di perdere - ha detto Sedol dopo la sconfitta - non pensavo che AlphaGo giocasse in modo così perfetto''. Secondo il campione, AlphaGo ha avuto dalla sua parte anche la mancanza di vulnerabilità alle emozioni e alla stanchezza, che nell'uomo invece possono minacciare la concentrazione. La sfida, organizzata a Seoul, ha previsto cinque partite, e solo la quarta è stata vinta da Sedol.

La vittoria è significativa perché l'antico gioco da tavolo cinese, con il numero pressoché infinito di mosse possibili, (enormemente più grande rispetto a quello degli scacchi) richiede ai giocatori di fare affidamento sull'intuito ed è considerato più difficile degli scacchi. Ma AlphaGo è stato progettato per imitare la capacità di intuizione caratteristica dell'uomo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA