Pc Watson riconosce tristezza da testo

L'intelligenza artificiale usata anche da app per incontri

   Il "cervellone" Watson di Ibm saprà riconoscere se siamo tristi o felici in base a quello che scriviamo: il colosso informatico ha aggiornato il super pc con un nuovo 'Tone Analyzer' che riesce a "capire" le emozioni che si celano dietro un testo scritto. Questo strumento vuole utilizzarlo anche una nuova app per incontri: Connectidy, che punta a servirsi dell'intelligenza artificiale di Watson per aiutare le persone a scrivere i "giusti" messaggi ai potenziali partner.
   

   Il nuovo 'Tone Analyzer' di Watson, riporta il sito Engadget, apre a una nuova serie di possibili impieghi del super pc di Ibm che, ad esempio, potrà rispondere all'utente tenendo conto del suo stato d'animo. Davanti a frasi che celano rabbia, tristezza o gioia Watson risponderà in modo calibrato. E secondo il sito TechInsider c'è già chi è pronto a cavalcare questa opportunità.

    Si tratta dell'app per incontri Connectidy che vuole aiutare i suoi utenti a "rompere il ghiaccio" con potenziali partner nel miglior modo possibile. L'applicazione sfrutta già Watson per creare dei profili dettagliati della personalità dei propri clienti, in modo da cercare in rete la giusta corrispondenza in altri cuori solitari. Ma va oltre. Il nuovo strumento di Watson analizzerà il messaggio scritto dall'utente per tentare un primo approccio evidenziandone i toni sottesi: timore, confidenza, gioia. L'app quindi aiuterà a capire se quello è davvero il messaggio più indicato da spedire a una certa persona o se invece non sia il caso di usare toni meno aggressivi o meno dubitativi. Una sorta di "tutor" che in tempo reale aiuterà a comporre i messaggi più efficaci. Dineen Tallering, cofondatrice e presidente di Connectidy, ha spiegato a TechInsider che l'app sarà lanciata entro due mesi. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA