Uber, luce aiuta a trovare autista

In Usa il cliente sceglie il colore con cui illuminare l'auto

Una fascia luminosa colorata sul parabrezza, per riconoscere subito l'auto dell'autista in attesa. È la nuova idea di Uber negli Stati Uniti, tanto semplice quanto efficace, per rendere più semplice il momento in cui chi ha prenotato il servizio e chi lo fornisce devono trovarsi, specialmente in situazioni di scarsa visibilità o di notte.

La sperimentazione è partita a Seattle, dove alcune auto di Uber avranno una striscia luminosa che si illuminerà con il colore scelto direttamente dal cliente. Questo l'attiverà tramite l'app, al momento della prenotazione. La funzione, inoltre, è bidirezionale, perché il cliente può far sì che il display del proprio smartphone inizi a lampeggiare con lo stesso colore, di modo che sia l'autista a riconoscerlo.

Secondo Uber, lo Spot servirà sia a rendere più semplice la procedura di 'incontro' sia a ridurre al minimo i tempi di attesa, nel doppio interesse del cliente e dell'autista. 

Proprio pochi giorni fa la rivista Forbes ha riportato che Uber punta a raccogliere ulteriori 2,1 miliardi di dollari, a una valutazione di 62,5 miliardi di dollari. Vale di piu' dei 50 miliardi di dollari a cui era valutata all'inizio dell'anno.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA