Windows 95 ha 20 anni, introdusse menu Start

Segnò 'boom' della diffusione dei computer

Reintrodotto nell'ultimo Windows 10, il menù Start dei computer con sistema operativo di Microsoft compie vent'anni. Il 24 agosto del '95 l'azienda di Redmond guidata da Bill Gates lanciava in pompa magna Windows 95, nuova versione del software che tra le novità introduceva appunto il menù Start e una nuova interfaccia grafica che decretò un "boom" della diffusione dei pc.

Windows 95 fu una delle versioni di Windows di maggiore successo per Microsoft, accompagnato da una grande campagna pubblicitaria. Non fu il primo sistema operativo a interfaccia grafica della famiglia Windows, ma ne propose una nuova versione volta a semplificare la vita agli utenti. La funzione più di impatto fu la comparsa del menù "Start" ("Avvio" in italiano), con un accesso immediato ai programmi e ai documenti salvati sul computer. Lo spot pubblicitario in tv non a caso aveva come colonna sonora il brano "Start me up" dei Rolling Stones.

Insieme al menù Start arrivò anche la Barra delle applicazioni.

Mentre il browser web Internet Explorer inizialmente non fu incluso nel sistema operativo.

Quanto all'interfaccia grafica, permise di accedere al computer senza scrivere righe di codice in ambiente DOS. Per la prima volta inoltre si potevano assegnare nomi ai file più lunghi di 8 caratteri. E in tanti ricorderanno la temuta "Blue Screen of Death", la schermata blu che appariva sul monitor quando il sistema si bloccava e toccava riaccendere il computer.

Una curiosità: il motivo sonoro di avvio di Windows 95 fu composto da Brian Eno su un Macintosh.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA