Facebook, a New York protesta artistica contro la censura dei nudi

Organizzata da fotografo Spencer Tunick

Singolare protesta artistica a New York contro le politiche di Facebook e Instagram sui nudi. Circa 100 persone senza vestiti hanno manifestato di fronte al quartier generale del social network coprendosi le parti intime con le immagini di un gigantesco capezzolo. La protesta, che ha preso l'hashtag #wethenipple - come spiega il sito di Cnn - è stata organizzata dal fotografo Spencer Tunick non nuovo a iniziative di questo tipo e dalla National Coalition Against Censorship (Ncac).

In passato ci sono state polemiche sulla condivisione da parte degli utenti di link con riferimento a nudi, anche di opere d'arte. Un professore francese si è visto chiudere il profilo per aver condiviso il famoso quadro l'Origine del mondo del pittore Gustave Courbet, che rappresenta il pube di una donna nuda in primo piano, poi si è rivolto alla giustizia francese. Altro caso che ha avuto risonanza mediatica quello della censura da parte di Facebook delle foto di donne a seno nudo che allattavano, con proteste da parte degli utenti e anche di medici. Alla protesta artistica di New York ha preso parte anche un gruppo che si occupa di diritti delle donne, chiamato Grab Them By The Ballot.

"Le nostre politiche sui nudi sono diventate più sfumate nel tempo - si legge sulla pagina dei 'community standard' del social - Comprendiamo che la nudità può essere condivisa per una serie di motivi, tra cui una forma di protesta, per sensibilizzare su una causa, o per ragioni educative o mediche e facciamo delle eccezioni per questi contenuti". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA