Da tv Watch a wellness, Facebook studia il rilancio

Lavoriamo per migliorare esperienza utenti, anche i più giovani

Il benessere digitale legato al monitoraggio del tempo speso su Facebook, e la piattaforma Watch da poco lanciata in tutto il mondo, anche in Italia, che ha aperto la stagione della tv in streaming e social per la piattaforma. Sono questi gli obiettivi principali su cui sta lavorando Facebook. Un momento critico per societa' di Mark Zuckerberg, ancora sotto l'onda lunga dello scandalo Cambridge Analytica che probabilmente ha fatto scaturire una disaffezione da parte degli tenti. In America, un quarto ha cancellato l'app dal telefonino, come ha reso noto in queste ore una indagine del Pew Reasearch Center.

"Monitoriamo la situazione, abbiamo da lavorare, soprattutto per migliorare l'esperienza dei più giovani", spiega David Ginsberg che in Facebook dirige il team per la ricerca. Insieme a Laura Scissors, piu' focalizzata sul Newsfeed, il flusso delle notizie, e' in Italia per spiegare gli strumenti che la piattaforma ha messo a punto per il benessere digitale e il controllo del tempo speso sul social. Lanciati qualche settimana fa, sono in arrivo in tutto il mondo, anche in Italia. "E' un tema emergente non solo per Facebook ma per tutta l'industria tecnologica e lo stiamo studiando. Uno modi migliori per aiutare le persone e' sicuramente dare informazioni e consapevolezza, ecco perche' abbiamo iniziato col monitoraggio del tempo speso sul social. Per noi e' difficile dire se un utente, individualmente, sta esagerando con l'uso, quello che possiamo fare è dare strumenti per prendere delle decisioni.

Volgiamo essere sicuri che le persone abbiamo il controllo del loro tempo". Altro campo su cui Facebook sta lavorando e' Watch, la piattaforma con cui la societa' di Menlo Park e' scesa nell'agone della tv in streaming, sfidando sullo stesso terreno YouTube, Netflix e Amazon. "E' un'area di interesse per noi, come lo sono state le Storie. Gli utenti possono trovare il senso della comunita' commentando un video, entrando in relazione con i creatori", spiega Ginsberg aggiungendo che "l'interazione sui social e' un atteggiamento positivo", e' negativo l'uso passivo come lo scroll, il semplice scorrere delle notizie.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA