Esperienze negative su social peggiorano depressione

Studio Usa, quelle positive, invece, non incidono

Le esperienze negative sui social network peggiorano i sintomi della depressione. E' quanto emerge da un'analisi dell'Università di Pittsburgh pubblicata sulla rivista scientifica Depression and Anxiety. Nello studio sono stati coinvolti 1.179 studenti tra i 18 e i 30 anni. Ogni aumento del 10% delle esperienze negative era associato a un aumento del 20% delle probabilità di avere sintomi depressivi. Ogni aumento del 10% delle esperienze positive sui social media, invece, era associato a una diminuzione del 4% delle probabilità di sintomi depressivi.

Questi ultimi isultati però, secondo gli studiosi, non sono stati statisticamente significativi, in quanto forse dipesi dal caso. "Abbiamo riscontrato che le esperienze positive sui social media non erano correlate o lo erano solo in minima parte a minori sintomi depressivi. Invece, le esperienze negative sono state fortemente e coerentemente associate a sintomi depressivi più elevati - ha detto Brian Primack, ricercatore principale dello studio."I nostri risultati - ha aggiunto - possono incoraggiare le persone a prestare una maggiore attenzione alle loro relazioni online". Università o luoghi di lavoro, spiegano gli studiosi, potrebbero utilizzare i risultati per aumentare la consapevolezza sulle esperienze vissute nei social media.

Primack ha osservato come gli operatori sanitari che lavorano con pazienti depressi potrebbero suggerire strategie per migliorare la qualità delle esperienze online, come la limitazione del tempo speso sui social media per ridurre il numero di interazioni negative con persone o gruppi "non amichevoli" che tendono a produrre esperienze negative. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA