Facebook: crollo dei giovani in Usa, lo vede solo la metà

Ricerca Pew, tre anni fa era il 71%. Attrae i meno abbienti

Negli Stati Uniti Facebook non attrae più i giovani e sembrerebbe il social network preferito dai ragazzi di famiglie a basso reddito. Lo dice una analisi aggiornata del Pew Research Center dal titolo 'Teen, social media e Technology 2018'. Il precedente sondaggio dell'istituto di ricerca Usa focalizzato sugli adolescenti è datato 2014-2015.

In generale, lo smartphone è usato dal 95% dei ragazzi, il 45% dice di essere online costantemente.

Secondo il Pew Research Center, oggi la metà (51%) degli adolescenti statunitensi tra i 13 e i 17 anni afferma di utilizzare Facebook, molto meno di altre piattaforme come YouTube (85%), Instagram (72%) e Snapchat (69%). Nella precedente ricerca, il 71% dei ragazzi usava Facebook, il 52% Instagram, il 41% Snapchat. Queste ultime due piattaforme sono dunque notevolmente cresciute, rosicchiando spazi al social di Zuckerberg.

Il sondaggio evidenzia poi che gli adolescenti a basso reddito gravitano di più su Facebook rispetto a quelli con reddito più elevato. Sette su dieci adolescenti che vivono in famiglie che guadagnano meno di 30.000 all'anno - riporta la ricerca - dicono di usare Facebook, rispetto al 36% il cui reddito familiare annuale è di 75.000 dollari o più. Secondo Pew, infine, le ragazze sono più propense dei ragazzi ad usare Snapchat (42% rispetto al 29%), mentre i ragazzi sono più inclini delle ragazze a identificare YouTube come la loro piattaforma preferita (39% contro 25%). 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA