News Corp contro Silicon Valley

Governi dovrebbero creare 'board'. Ricavi trimestre sopra attese

News Corp porta avanti la sua battaglia contro la Silicon Valley sulla raccolta dei dati e sulla trasparenza. L'amministratore delegato di News Corp, Robert Thomson, usa la conference call per la presentazione dei conti trimestrali per spingere la campagna avviata nei mesi scorsi da Rupert Murdoch: una campagna "contro gli effetti dannosi" che piattaforme come Facebook e Google "hanno avuto sul giornalismo". E una campagna che sta riscuotendo crescente successo da parte di altre società editrici e governi, dice Thomson.

Secondo il numero uno di News Corp quello che servirebbe è un "board per la revisione degli algoritmi. L'ammontare dei dati raccolti da Facebook, Google e Amazon mette in evidenza come i governi - aggiunge Thomson - hanno ragione a considerare l'istituzione di un board per la revisione degli algoritmi che, se propriamente concepito, offrirà la necessaria trasparenza.

Gli algoritmi sono già potenti e sono destinati a esserlo ancora di più. Il loro potenziale per distorcere le informazioni deve essere capito meglio e monitorato".

News Corp ha chiuso il terzo trimestre dell'esercizio fiscale con perdite per 1,13 miliardi di dollari, legate alla svalutazione del suo investimento australiano in Foxtel. I ricavi sono saliti del 6% a 2,1 miliardi di dollari, sopra le attese degli analisti, che scommettevano su 1,99 miliardi di dollari.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA