Safer Internet Day, Italia 10/ma per sicurezza su 23 Paesi

Microsoft ha diffuso i risultati del Digital Civility Index

ROMA - In occasione del Safer Internet Day, Microsoft ha diffuso i risultati del Digital Civility Index, ricerca che analizza le attitudini e le percezioni degli adolescenti (13-17) e degli adulti (18-74) rispetto all'educazione civica digitale e alla sicurezza online in 23 Paesi.

Secondo lo studio, l'Italia si posiziona al 10° posto nella classifica per l'esposizione ai rischi online. In particolare - riferisce una nota - il 63% degli intervistati dichiara di essere stato vittima di almeno uno dei principali rischi online, in particolare di contatti indesiderati (45%) e di fake news, truffe e frodi online (28%). Il 40% ha poi incontrato di persona l'autore della minaccia e nel 38% dei casi, le minacce sono perpetrate da familiari, amici o conoscenti. Il 53% dei partecipanti alla ricerca hanno riportato di aver subito molestie, posizionando l'Italia al 12° posto in classifica per questo tipo di rischio. Notizie positive invece per il nostro Paese per quanto riguarda la capacità di trattare gli altri con rispetto e dignità (79% contro una media globale del 71%) e il rispetto dei punti di vista differenti (68% contro media globale 60%).

Dallo studio inoltre emerge che il 64% degli Italiani sa a chi rivolgersi per chiedere aiuto. "Anche quest'anno il Microsoft Digital Civility Index offre uno spaccato non solo sui rischi online, ma sui comportamenti che gli italiani hanno in relazione alle principali minacce online. Se da un lato vediamo crescere nel Paese comportamenti civili sempre più importanti nel dibattito online, dall'altro registriamo ancora dati preoccupanti su minacce a minori, donne e a tutti gli utenti più in generale" ha dichiarato Paola Cavallero, Direttore Marketing & Operations Microsoft Italia.

Intanto per contrastare il fenomeno del cyberbullismo la stessa Microsoft Italia, insieme al Centro Nazionale Anti-Cyberbullismo, annuncia una campagna di prevenzione dai rischi online. Il progetto prevede incontri mensili per genitori e insegnanti, trasmessi live su Facebook, per riconoscere i segnali di cyberbullismo. Inoltre Microsoft Italia inserirà all'interno del percorso formativo focalizzato sulle competenze digitali per le scuole un modulo dedicato all'utilizzo sicuro e consapevole del web.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA