Video contro cyberbullismo visto 1 milione di volte in 24 ore

Campagna #Cyberesistance su Youtube in occasione nuova legge

In poco più di 24 ore ha totalizzato oltre un milione di visualizzazioni il video "#Cyberesistance", pubblicato su Youtube in occasione dell'entrata in vigore della nuova legge contro il cyberbullismo. La legge Ferrara, che porta il nome della prima firmataria, la senatrice insegnante di Carolina Picchio, la prima vittima di cyberbullismo in Italia, allora appena quattordicenne e che proprio in questi giorni avrebbe festeggiato 19 anni, è rivolta soprattutto ai ragazzi, che dai 14 anni in su avranno nuovi strumenti per rimuovere i contenuti illeciti dal web e difendersi dai cyberbulli.
    Realizzato da Tommaso Bernabei, direttore creativo e regista di Web Stars Channel e WSC Studios, e prodotto da Barbara Bologna, il video che è il primo di una nuova campagna di sensibilizzazione, racconta il cyberbullismo affrontando molti degli aspetti che lo caratterizzano, a partire dall'incapacità dei ragazzi di riuscire a parlare, oltreché reagire, spiega Bernabei. Sui volti dei protagonisti del video compaiono parole tagliate dalla carta di giornale e "incollate come cicatrici" che raccontano difficoltà, disagi e sofferenze di queste situazioni. "Le parole, in questo film, sono la chiave di lettura del conflitto tra la loro assenza e la necessità di poterle dire", sottolinea il regista. A questi ragazzi si affiancano dei creatori di contenuti social, i 'Creators', che intervengono più che per salvare le vittime dal cyberbullismo, per condividere il loro dolore e mostrare le vie da percorrere per eliminare la paura e la vergogna: "parlare" e "condividere".
    Oltre a LaSabriGamer, al terzo posto delle tendenze italiane di You Tube, gli altri quattro creators coinvolti nel video sono Giulia Penna, Jack Nobile, Cesca e Klaus.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA