Zuckerberg: 'Folle pensare Facebook abbia aiutato Trump'

Il creatore di Fb risponde a polemiche su presunto ruolo del social

"L'idea che false notizie pubblicate su Facebook abbiano influenzato in qualche modo le elezioni presidenziali è folle". Non usa mezzi termini Mark Zuckerberg per rispondere alle polemiche su un presunto ruolo del social network nel favorire la vittoria di Donald Trump.

Secondo alcuni analisti Facebook, per moltissimi americani fonte primaria di informazione, avrebbe rilanciato una serie di notizie e video poi rivelatisi falsi invece di diffondere le notizie più accreditate avvantaggiando così il candidato repubblicano.

"Se pensate" che Facebook abbia influenzato il risultato delle presidenziali "allora non avete capito il messaggio che i sostenitori di Trump hanno voluto mandare", ha detto Zuckerberg parlando ad una conferenza sulla tecnologia in California, secondo quanto riporta la Bbc.

All'inizio dell'anno il social network era stato accusato di essere anti-Trump poiché nella sessione 'trending stories' comparivano soltanto notizie pro-democratici. E così il gruppo di persone che si occupavano delle 'storie più lette' è stato licenziato in tronco e sostituito da un algoritmo. Risultato? Molte notizie prima considerate delle bufale sono finite nella lista di quelle più lette perche' seguite da un gran numero di utenti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA