Wikipedia, raduno mondiale in Lombardia

A Esino Lario, in provincia di Lecco, fino al 28 giugno

Ogni anno la conferenza mondiale organizzata dai contributor dell'enciclopedia Wikipedia, per discutere dei nuovi saperi open source, fa tappa in una grande città. La prima, nel 2005, venne organizzata a Francoforte.
    L'ultima, nel luglio scorso, a Città del Messico. Da martedì Wikimania 2016 si riunirà invece a Esino Lario, paese sulle montagne lombarde, in provincia di Lecco, che conta meno di 800 abitanti e ha battuto le candidature di metropoli come Manila.
    "Ci riempie di orgoglio, come lombardi e come italiani, sapere che un piccolo paese montano diventerà il centro del mondo", ha detto il presidente della Regione, Roberto Maroni, che stamani ha ospitato a Palazzo Lombardia l'ultima presentazione dell'evento, che si concluderà il 28 giugno. Maroni, la cui Giunta ha stanziato 300 mila euro per sistemare la strada d'accesso al paesino e altri 200 mila per migliorare i luoghi dell'accoglienza, ha aggiunto di voler investire su Esino "anche dopo, perché diventi un polo dei nuovi saperi e dell'innovazione".
    A Esino Lario, cento chilometri e un'ora e tre quarti di auto da Milano, il mondo che dà vita all'enciclopedia Wikipedia troverà un contesto insolito per confrontarsi sul futuro della rete. Tutti, o quasi, gli abitanti sono coinvolti nell'accoglienza dei 'delegati'. E hanno partecipato anche a lezioni di inglese. "Ma siamo una realtà eccezionale e ci basta un clic per modificare le nostre abitudini", ha detto Iolanda Pensa, contributor di Wikipedia e ispiratrice della candidatura del paese lombardo. Wikimania 2016 è stata sostenuta dai finanziamenti della Wikimedia Foundation, della Regione Lombardia, della Fondazione Cariplo e del Comune. "Esino è un paese che si dà da fare sempre - ha detto il sindaco Pietro Pensa -. Abbiamo deciso di usare solo il patrimonio esistente, ma avremo qualcosa in più per il futuro: con il rifacimento della strada è stata posata la fibra ottica, che grazie agli sponsor rimarrà al paese: avremo il wi-fi gratuito in tutti i luoghi più importanti".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA