8 marzo: Google dedica doodle ai sogni delle donne

Video racconta esperienze e c'è hashtag #OneDayIWill

Google celebra la Giornata internazionale della donna con un doodle dedicato e un video che racconta i sogni delle donne di tutto il mondo, anche affermate.

Un mosaico di storie, personalità, età diverse e aspirazioni da San Francisco a Rio de Janeiro, passando per Città del Messico, Lagos, Mosca, Il Cairo, Berlino, Londra, Parigi, Giacarta, Bangkok, Nuova Delhi e Tokyo.

"Quest'anno abbiamo scelto di fare qualcosa di diverso - spiega Google in un post ufficiale - insieme al Doodle team abbiamo preso video-camere e matite da disegno e visitato 13 città in tutto il mondo, e abbiamo chiesto a 337 donne e ragazze di raccontarci il loro sogno completando la frase 'One day I will...', realizzando un video in cui le donne che abbiamo incontrato raccontano le loro esperienze e aspirazioni".

L'antropologa Jane Goodall, ad esempio, ha condiviso il suo desiderio di poter parlare dei problemi dell'ambiente con il Papa, mentre la vincitrice del Premio Nobel Malala Yousafzai e l'attivista Muzoon Almellehan si stanno adoperando con ogni mezzo per garantire un futuro in cui ogni ragazza possa frequentare la scuola.

E' poi nato un giochino social, grazie al quale tutte le donne che vogliono condividere il proprio sogno devono usare l'hashtag #OneDayIWill

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA