Twitter per arruolare in #trialclinici

Difficoltà reclutamento pazienti rallenta avvio sperimentazioni

(ANSA) - ROMA, 4 MAR - Twitter può essere una risorsa efficace e ancora non sfruttata per stimolare l'interesse e promuovere il reclutamento di pazienti di cancro nelle sperimentazioni, contribuendo a superare così uno dei principali ostacoli all'avvio rapido di studi clinici. A suggerirlo è una ricerca pubblicata su JAMA Oncology e condotta su migliaia di tweet. E' nota ai ricercatori la difficoltà di arruolare volontari, fase che occupa, secondo l'Agenzia italiana del farmaco (Aifa), "il 30% (circa 30 mesi) del tempo totale di uno studio clinico, persino più del tempo effettivo impiegato per la sua conduzione". Per analizzare il possibile utilizzo di Twitter a questo scopo, i ricercatori dell'Abramson Cancer Center della University of Pennsylvania hanno analizzato un campione scelto a caso di 1.516 tweet su un totale di 15.346 tweet relativi al "cancro del polmone" pubblicati dal 5 al 21 gennaio 2015. Oltre uno su due era focalizzato su sostegno e prevenzione.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA