Suicidi teenager in Silicon Valley, arrivano esperti

Cdc a Palo Alto, 20 casi l'anno nella contea in ultimi 7 anni

Un gruppo di esperti dei Centri per il controllo delle malattie (Cdc) americano e' arrivato in California per indagare su una serie di suicidi avvenuti negli ultimi sette anni tra i teenager nella ricca citta' universitaria di Palo Alto, sede dell'ateneo di Stanford, nonche' della Silicon Valley, nella contea californiana di Santa Clara.

Palo Alto ha circa 64mila abitanti. Tra il 2009 e 2010 dodici ragazzi di Palo Alto si sono tolti la vita, e altri otto tra il 2014 e 2015. Dal 2010 al 2014 una media di 20 minorenni e giovani l'anno e' morta di suicidio nell'intera contea di Santa Clara. Da qui la decisione, insolita, degli ufficiali della contea di invitare i Cdc per fare uno studio epidemiologico sul problema dei suicidi tra ragazzi, come segnala il San Jose Mercury News.

Il gruppo di esperti, composto da membri dei Cdc e del Servizio Usa sull'abuso di sostanze e salute mentale, ha trascorso tre mesi lavorando con il Dipartimento di salute pubblica della Contea per raccogliere dati sui suicidi, tentativi e comportamenti suicidari nei giovani della contea di Santa Clara.

Ora trascorreranno due settimane incontrando i medici locali e leader di comunita', valutando anche gli attuali programmi di prevenzione per il suicidio, la copertura mediatica su questi casi per identificare i fattori che potrebbero aver messo a maggior rischio i giovani di Palo Alto.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA