Samsung apre a New York centro per realtà virtuale

E Apple e YouTube ingaggiano 'guru' del settore

Samsung spinge sulla realtà virtuale: il colosso sudcoreano, che ha da poco lanciato sul mercato i visori Gear VR a meno di cento dollari, aprirà uno "studio" ad hoc a New York. L'annuncio, riporta il sito Cnet, è arrivato al Sundance Film Festival, rassegna di cinema indipendente degli Usa che quest'anno punta proprio sulla tecnologia emergente. Samsung ha stretto tra l'altro una collaborazione con il Sundance Institute per incoraggiare creativi e produttori di film.

Sulla realtà virtuale si concentrano gli sforzi anche di altri colossi: Apple ha da poco ingaggiato uno dei massimi ricercatori di settore, il prof. Doug Bowman della Virginia Tech, che nei mesi scorsi ha vinto insieme a un team una borsa di 100mila dollari da Microsoft per condurre ricerche per gli Hololens, i visori per la realtà aumentata della compagnia di Redmond. YouTube ha da poco introdotto la qualifica di 'evangelist' per la realtà virtuale, per Scott Broock.

Samsung non ha diffuso molti dettagli sul nuovo studio dedicato alla realtà virtuale: si sa solo che sorgerà in un ufficio esistente della compagnia nella Grande Mela e vi si produrranno esempi di realtà immersiva.

Con la nomina di un 'evangelist' per la realtà virtuale di YouTube è ancora più esplicita anche la scommessa di Google su questa frontiera. Il colosso di Mountain View ha infatti fondato una nuova divisione ad hoc ed è già in campo con i Cardboard, i visori di cartone dal prezzo di 20 dollari che funzionano inserendo al loro interno uno smartphone.

Una proposta "low cost" che tra i rivali annovera appunto i Gear VR di Samsung, ma anche gli Oculus Rift di Facebook. Per questi ultimi sono da poco partiti i preordini, a circa 600 dollari, e sul social network sono stati lanciati i video a 360 gradi. A puntare sul nuovo trend è pure Htc i cui visori Vive saranno in prevendita dal prossimo 29 febbraio.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA