Il social cinese Weibo batte Twitter, va oltre 140 caratteri

Estensione fino a 2mila caratteri per i 200 milioni di utenti

Il social network cinese Weibo batte sul tempo Twitter, che in Cina è vietato: estenderà il limite dei 140 caratteri a duemila entro la fine di questo mese. Lo riporta il Wall Street Journal, specificando che una sperimentazione sarà fatta a partire dal 28 gennaio e che un mese dopo sarà allargata a tutti i suoi 200 milioni di utenti. "Secondo i nostri dati solo il 10% dei post su Weibo supera i 120 caratteri cinesi, ma estendiamo il limite per offrire una maggiore scelta ai nostri utenti", ha spiegato un portavoce di Weibo.

Qualche giorno fa è tornata a circolare sulla stampa americana l'ipotesi che Twitter possa estendere il limite di 140 caratteri fino ad arrivare a 10mila caratteri, opzione già possibile per i messaggi diretti. L'ipotesi non è stata mai confermata e nemmeno mai smentita dai vertici della società che non attraversa un periodo roseo, sia in termini di utenti sia di rendimento in Borsa.

Qualche ora fa è anche circolata l'indiscrezione di una acquisizione di Twitter da parte della News Corp, poi smentita dalla stessa società di Rupert Murdoch. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA