Smartphone e web "divorano" la tv

Nielsen, negli Usa giovani sempre meno davanti al televisore

Smartphone e altri dispositivi connessi a internet, anche per accedere ai contenuti in streaming, stanno "divorando" il consumo tradizionale di televisione. È quanto emerge da dati Nielsen riferiti agli Usa secondo i quali i giovani americani, da 18 a 34 anni, trascorrono sempre più tempo davanti a telefoni, tablet o altri gadget connessi, mentre cala l'uso di tv tradizionale, radio e computer.

Da "secondo schermo" i nuovi dispositivi mobili si stanno trasformando in sostituti della tv. Le rilevazioni di Nielsen negli Usa indicano che i consumatori fra 18 e 34 anni che hanno usato smartphone, tablet o dispositivi connessi - come i 'decoder' per lo streaming o le console di videogiochi - sono aumentati del 26% in un anno (dati riferiti al mese di maggio) per una media di 8 milioni e mezzo di persone al minuto. Al contrario è calato nello stesso periodo dell'8% il numero di utenti che hanno guardato tv, ascoltato la radio o usato un computer (16,6 milioni di persone al minuto). Restringendo il campo alla sola tv, la fruizione è diminuita del 10% per 8,4 milioni di persone al minuto.

La società di ricerca ha indagato anche il tempo trascorso a guardare video sui diversi dispositivi (esclusi quelli collegati alle tv usati anche per giocare). La fruizione di tv è calata fra i giovani di 10 minuti a una media di 5 ore e 43 minuti, mentre la fruizione di video da pc, smartphone e tablet è aumentata di 33 minuti per una media di 3 ore e 43 minuti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA