British Airways multata per cyberattacco

Gli hacker avevano rubato i dati personali di 500mila passeggeri

(ANSA) - ROMA, 9 LUG - Multa record per la British Airways.
    La compagnia di bandiera britannica dovrà pagare 183 milioni di sterline (circa 204 milioni di euro) per l'attacco hacker subito l'anno scorso, quando furono rubati i dati delle carte di credito e dei passaporti di 500mila passeggeri. Una sanzione pesantissima - pari all'1,5% del fatturato globale della compagnia nel 2017 - e la prima basata sul Gdpr, cioè sulle nuove norme Ue in materia di protezione dati entrate in vigore a maggio del 2018.
    Il cyberattacco era avvenuto tra la sera del 21 agosto e mercoledì 5 settembre del 2018 ma la Ico, l'autorità britannica per la privacy e la protezione dei dati, è convinta che sia cominciato due mesi prima, a giugno. I pirati informatici si impossessarono di dati di viaggio, indirizzi e-mail, numeri e data di scadenza di carte di credito e persino il codice CVV che si trova sul retro.
    All'epoca il presidente e ad di British Airways, Alex Cruz, lo definì "un sofisticato e maligno cyberattacco criminale". Per la Ico, tuttavia, molto dipese dai sistemi di sicurezza della compagnia, rivelatisi poco efficaci.(ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA