Huawei rinvia lo smartphone pieghevole

Peng al Wsj, Mate X a settembre, non c'entra il bando Usa

Huawei rimanda il lancio del suo smartphone pieghevole Mate X, che arriverà sugli scaffali a settembre e non a giugno, come annunciato in precedenza. Lo ha detto Vincent Peng, vicepresidente senior di Huawei, a margine della conferenza tecnologica D.Live del Wall Street Journal a Hong Kong.

Il posticipo dello smartphone, dal listino di 2.300 euro, è dovuto in parte alla volontà di migliorare la qualità dello schermo pieghevole, ha spiegato Peng secondo quanto riferito dal quotidiano. "Stiamo facendo molti test", ha dichiarato.

Peng ha affermato che il bando Usa, in base a cui le aziende americane non possono vendere prodotti a Huawei, non è alla base del rinvio del Mate X, sebbene non sia ancora chiaro se lo smartphone sarà lanciato con la licenza di Google e quindi tutta la suite di app Android. Huawei sta lavorando allo sviluppo di un proprio sistema operativo, chiamato Hongmeng, che secondo Peng potrebbe essere pronto in 6-9 mesi.

Il rinvio del Mate X fa seguito a quello di Samsung, che avrebbe dovuto mettere in vendita il suo telefono pieghevole Galaxy Fold a fine aprile. Problemi allo schermo, evidenziati durante la prova di alcuni giornalisti, hanno portato l'azienda coreana a rimandare il lancio del dispositivo a data da destinarsi.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA