Usa: fa causa a Apple e chiede 1 mld dollari per suo arresto

Ragazzo punta dito contro sistema riconoscimenti facciale

Un ragazzo di 18 anni fa causa ad Apple e chiede 1 miliardo di dollari. Ousmane Bah, accusa il sistema di riconoscimento facciale per averlo fatto erroneamente collegare a una serie di furti nei negozi di Cupertino. Lo riporta il Washington Post.

Bah è stato arrestato in novembre e il mandato di cattura includeva la foto di un'altra persona: gli agenti del New York Police Department hanno concluso che il ladro catturato dalle telecamere di sorveglianza del negozio "non sembrava neanche lontanamente" Bah. nell'azione legale vengono citati gli agenti e si sostiene che Apple ha usato la sua tecnologia di riconoscimento facciale per identificare taccheggiatori. Bah ammette di aver perso di recente il foglio rosa, che comunque non aveva alcuna sua foto.

Il legale di Bah spiega come il foglio rosa è stato probabilmente presentato dal suo assistito in un negozio Apple come prova di identità, e che il nome di Bah è stato associato per errore al volto di un ladro nei sistemi di sicurezza della società. Questo significa che ogni volta che il taccheggiatore entra in un negozio Apple viene registrato con il nome di Bah nei sistemi di sorveglianza di Apple.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA