Amazon Go, negozi senza casse accetteranno i contanti

Questi punti vendita sono accusati di discriminare i poveri

Amazon è pronta a fare marcia indietro sulla caratteristica peculiare dei suoi negozi di alimentari, gli Amazon Go, che fanno a meno di casse e cassieri addebitando il conto della spesa, via app, sulla carta di credito dei clienti. In seguito alle critiche ricevute dall'azienda, accusata di discriminare i meno abbienti che non hanno carte di credito, nei negozi in futuro si potrà pagare anche in contanti.

La svolta è stata confermata da Amazon al sito dell'americana Cnbc. Un portavoce ha spiegato che negli Amazon Go si potrà "avere il conto, pagare in contanti e ricevere il resto". Non sono noti dettagli su tempi e modalità, ma la frase lascia supporre l'installazione di casse automatiche nei negozi.

Per fare la spesa negli Amazon Go, il cliente deve aprire all'ingresso l'apposita app sullo smartphone, che genera un QR Code da passare su uno scanner. Fatto ciò, deve solo prendere i prodotti di cui ha bisogno e uscire. Una rete di telecamere, infatti, tiene traccia di ciò che viene preso dagli scaffali, e che sarà addebitato sulla carta di credito una volta varcata l'uscita.

Attualmente esistono dieci Amazon Go ma, stando alle indiscrezioni riportate nel settembre scorso da Bloomberg, Amazon avrebbe in programma di aprire fino a tremila negozi senza casse entro il 2021.

Negli Usa, tuttavia, negli ultimi mesi è iniziata una campagna contro questo tipo di negozi, che discriminano gli 8,4 milioni di famiglie americane sprovviste di un conto bancario.

Philadelphia è stata la prima città a mettere al bando i negozi senza casse, seguita dallo Stato del New Jersey ce ha approvato una legge ad hoc. Città come New York e San Francisco stanno valutando provvedimenti analoghi.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
      TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

      Video ANSA