Huawei, intesa tech con la Sardegna

Obiettivo sono applicazioni smart per cittadini, imprese e PA

Sviluppare soluzioni e servizi tecnologici nei settori dei trasporti, salute, gestione dei rifiuti, logistica, sicurezza e Industria 4.0. E' questo l'obiettivo di un nuovo memorandum d'intesa siglato oggi a Roma da Regione Sardegna, Crs4 e Huawei.

L'accordo, suggellato nel corso di un convegno Huawei alla presenza del ministro per i rapporto con il Parlamento Riccardo Fraccaro, arriva a due anni di distanza dal primo memorandum firmato dalle parti, che ha istituito un laboratorio di innovazione congiunta nel Parco tecnologico di Pula (Cagliari).

In questa seconda fase è previsto un piano d'azione per portare sul territorio, a partire da Cagliari, applicazioni smart per cittadini, imprese e pubblica amministrazione.

"Sempre di più lavoriamo per fare della Sardegna un luogo di innovazione, una vera e propria 'smart region', interconnessa e orientata alla diffusione dei servizi in digitale, perché non c'è un solo settore, dall'agroalimentare all'industria sino al supporto alla protezione civile, che non debba fare i conti con le nuove tecnologie", ha detto il governatore della Sardegna, Francesco Pigliaru.

"Prevediamo un mondo in cui tutte le cose saranno dotate di sensori, saranno collegate e saranno intelligenti", ha commentato il Ceo di Huawei Italia, Thomas Miao. "Dobbiamo quindi massimizzare i nostri sforzi per trarre il massimo vantaggio dalle nuove tecnologie".

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA