Blackberry, il Key 2 si fa economico

All'Ifa la versione LE, ha la tastiera fisica ed è meno caro

All'Ifa di Berlino BlackBerry va incontro alle esigenze degli utenti che apprezzano la tastiera fisica ma non vogliono spendere oltre 600 euro per il top di gamma. Il marchio canadese, preso in licenza da Tcl, svela il Key 2 LE, una versione economica del Key 2 arrivato sugli scaffali nelle scorse settimane.

La tastiera, peculiarità di BlackBerry, è presente anche sul nuovo smartphone, ma non ha il gesture touch che equipaggia il fratello maggiore. Il corpo in alluminio lascia il posto a una scocca in policarbonato, il processore Snapdragon 660 è sostituito dal 636, la Ram è da 4 invece che da 6 GB.

Un po' più piccola anche la batteria, da 3.000 invece che 3.500 mAh, che dovrebbe comunque garantire una giornata di autonomia. Il sistema Quick Charge di Qualcomm ricarica il 50% in 36 minuti. Il comparto fotografico vede la presenza di una doppia fotocamera posteriore da 13MP + 5MP (il Key 2 ha due sensori da 12MP), cui si aggiunge una fotocamera frontale da 8MP.

Con schermo da 4,5 pollici, lo smartphone Android arriva in 3 varianti di colore - Slate, Champagne e Atomic - a 400 euro nella variante da 32GB di memoria interna, che salgono a 430 per i 64 GB.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA