Magic Leap, ecco il primo visore

Il dispositivo per la realtà mista costa oltre 2mila dollari

Magic Leap, la startup specializzata in realtà aumentata e negli anni scorsi finanziata in modo generoso da Google e Qualcomm, lancia finalmente il suo primo prodotto: un visore per la realtà mista, cioè la realtà virtuale più la realtà aumentata. Si chiama "Magic Leap One Creator Edition" ed è dedicato agli sviluppatori e ai creatori di contenuti. Al momento può essere ordinato solo in alcune città degli Stati Uniti - tra cui New York, Los Angeles, San Francisco - a un prezzo di 2.295 dollari.
    Il prodotto, già svelato a fine 2017, si compone di tre parti: un visore vero e proprio, chiamato Lightwear e tempestato di sensori, collegati ad un controller da impugnare e a un computer che si porta in vita, chiamato Lightpack.
    Il gadget usa la tecnologia Digital Lightfield che consente di generare luci digitali che si fondono con la luce naturale per ingannare il cervello. In questo modo l'utente crede di vedere oggetti non esistenti nella realtà. Il dispositivo è controllato dai movimenti oculari, dalla voce e da gesture.
    Magic Leap, fondata nel 2010 e finanziata finora con 2,3 miliardi di dollari, è stata per anni una startup del mistero, di cui non si conosceva alcun prodotto. Ora che il primo dispositivo è entrato in commercio, le prime recensioni che arrivano dagli Usa non nascondono una certa delusione rispetto alle attese.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA