Dazi, la Cina mette in guardia Apple

Stampa, 'condivida una quota maggiore dei profitti con i cinesi'

(ANSA) - NEW YORK, 7 AGO - La Cina mette in guardia Apple: Cupertino ha beneficiato di lavoro a basso costo e di un solido canale di forniture nel paese e dovrebbe condividere una quota maggiore dei suoi profitti con i cinesi o prepararsi ad affrontare "rabbia e una spinta nazionalista" nell'ambito della guerra commerciale in corso. Lo afferma - riporta la stampa americana - il quotidiano cinese People's Daily, sottolineando che Apple ha realizzato 9,6 miliardi di dollari di ricavi in Cina nel trimestre che si è chiuso in giugno. Un ammontare che l'ha aiutata a superare la soglia dei 1.000 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato.
    La guerra commerciale fra Usa e Cina potrebbe far sì che Apple e altre società americane siano usate come "merce di scambio" da Pechino. "La Cina è il maggiore mercato estero per Apple, e questo la espone a diventare target di ira e una spinta nazionalista da parte dei cinesi" se Donald Trump procederà con misure protezioniste che danneggiano le aziende cinesi, aggiunge People's Daily. "La Cina non vuole chiudere le porte ad Apple ma se Cupertino vuole guadagnare in Cina deve condividere i dividendi del suo sviluppo con i cinesi".(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA