Apple dovrà pagare 145 milioni per violazione di brevetti

Un tribunale californiano ha dato ragione alla canadese WiLan

Un tribunale californiano ha stabilito che Apple dovrà pagare 145,1 milioni di dollari alla società canadese WiLan a causa della violazione di due brevetti. Ne ha dato notizia WiLan, azienda specializzata nella concessione in licenza di brevetti, spiegando in una nota che si tratta di tecnologie wireless usate sugli iPhone.

Il verdetto è stato pronunciato mercoledì scorso dal tribunale degli Stati Uniti per il distretto meridionale della California, ha specificato lo studio legale McKool Smith che ha rappresentato l'azienda canadese. I brevetti violati riguardano la tecnologia voice over Lte, usata negli iPhone 6, 6s e 7.

Apple ha reso noto che intende ricorrere in appello.

Non è la prima volta che le due società si trovano in un'aula di tribunale: nel 2013 una corte, sempre per un'accusa di violazione di brevetti, aveva giudicato Apple non colpevole.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA