Va in pensione la Google Car, si punta su Chrysler

La 'lucciola' andrà nei musei, sarà sostituita da Pacific

ROMA - Google manda in pensione la 'lucciola', la piccola auto in cui finora ha sperimentato il suo sistema di guida autonoma. La macchinina, che ha macinato milioni di chilometri lungo le strade americane, viene sostituita da veicoli commerciali, a partire dal minivan Chrysler Pacifica, per consentire i prossimi test da parte di cittadini.

Dall'esordio del 2014 l'auto chiamata dal team di Google 'Firefly', 'lucciola', "era pensata come una piattaforma per sperimentare e apprendere, non per la produzione di massa", spiega Waymo, la società di Google che si occupa delle auto autonome.

"Ora che siamo passati alla prossima fase - lasciando usare ad alcuni cittadini le nostre auto nella loro quotidianità - siamo pronti a ritirare la flotta di Firefly e a concentrarci nell'integrazione della nostra tecnologia in veicoli come la Pacifica".

Le lucciole non saranno però rottamate: finiranno in alcuni musei, tra cui cui il Computer History Museum di Mountain View e il Design Museum di Londra. Il passaggio a una flotta di 600 minivan, aggiunge Waymo, "consentirà di portare la guida autonoma a più persone, più velocemente".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA