Insetti 'insegneranno' ai droni a volare

Ricercatori svedese, sistema sfrutta luce per evitare ostacoli

Dai droni "tuttofare" a quelli in grado di volare da soli il passo è breve, anzi, alcuni degli ultimi modelli in commercio garantiscono già buoni gradi di autonomia, ad esempio per evitare gli ostacoli. Una nuova spinta in questo senso potrebbe arrivare in futuro anche dagli insetti.

Alcuni scienziati svedesi pensano di poter applicare ai droni il sistema di visione con cui gli insetti riescono a spostarsi senza incidenti in ambienti di fitta vegetazione.

I ricercatori dell'Università di Lund, come illustrato sulla rivista Proceedings of the Royal Society B, evidenziano che gli insetti, ad esempio le api dell'orchidea (Euglossa dilemma) che vivono nelle foreste pluviali di Panama, applicano una particolare strategia per cui valutano l'intensità della luce per muoversi in modo rapido ed efficace, senza schiantarsi contro eventuali ostacoli.

Gli insetti sono guidati dall'intensità della luce che penetra negli spazi vuoti tra le foglie per determinare se un particolare foro è sufficientemente grande da essere attraversato senza colpirne i bordi. "Il sistema è semplice", spiega Emily Baird, autrice dello studio, "ed è ideale da applicare a robot piccoli e leggeri come i droni. Credo che possa diventare realtà entro 5-10 anni".

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA