Nasa testa Hololens sulla Stazione Spaziale Internazionale

Lo indossa l'astronauta Scott Kelly in missione nello spazio

Hololens, il visore per la realtà aumentata di Microsoft, va nello spazio. La Nasa sta testando il dispositivo come strumento per gli astronauti a bordo della Stazione spaziale internazionale (Iss). Uno dei primi a provarlo è stato l'astronauta Scott Kelly che si è immortalato in una foto col visore e l'ha pubblicata su Twitter. Prima di essere inviati sulla ISS, sulla Terra a provare i visori Hololens è stato l'astronauta italiano Luca Parmitano nell'ambito del programma NEEMO della Nasa, quello per le missioni operative in ambienti estremi che si svolge nella stazione di ricerca sottomarina Aquarius. 

Due visori Hololens, spiega Microsoft sul suo blog, sono stati recapitati a bordo sulla Iss con la missione di rifornimento di dicembre nell'ambito del progetto Sidekick della Nasa. L'obiettivo è fare in modo che l'equipaggio della stazione spaziale abbia un'assistenza ogni volta che ne ha bisogno.

Le potenzialità del visore secondo l'Agenzia spaziale americana potrebbero permettere di ridurre il training dell'equipaggio e di migliorarne l'efficienza a bordo. Finora gli astronauti seguivano indicazioni scritte o anche vocali via Skype per portare a termine dei compiti, mentre grazie al visore possono "vedere" direttamente le procedure con ologrammi e interagire con gli oggetti in tempo reale.

L'HoloLens viene impiegato anche per la visualizzazione in ologrammi delle immagini da Marte.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA